image
image

La Storia


Il Fondo Nazionale di Previdenza per i Lavoratori dei Giornali Quotidiani “Fiorenzo Casella” è l’ente preposto all’erogazione delle pensioni integrative in favore di tutti gli impiegati e operai delle aziende editrici e stampatrici di giornali quotidiani e delle agenzie di stampa operanti sull’intero territorio nazionale. Per assicurare tale finalità il Fondo ha il compito di provvedere anche alla gestione delle contribuzioni necessarie ed alla costituzione dei relativi capitali di copertura.

Il Fondo venne istituito a seguito di un accordo collettivo, stipulato in data 26 febbraio 1958, tra le organizzazioni rappresentative dei datori di lavoro del settore dell’editoria quotidiana e quelle dei lavoratori poligrafici dello stesso settore, con il quale le organizzazioni dei datori di lavoro si assunsero l’impegno di procedere all’istituzione di un trattamento pensionistico integrativo di quello dell’assicurazione generale obbligatoria a beneficio del personale poligrafico dipendente.

L’organizzazione e l’attività del Fondo sono regolate dall’atto di costituzione in data 3 aprile 1958, da uno Statuto e da un Regolamento congiuntamente approvati dalle parti sociali costituenti.

Il Fondo nasce come associazione non riconosciuta disciplinata dall’articolo 36 del codice civile. Con l’entrata in vigore del decreto legislativo 21 aprile 1993, n° 124, il Fondo è stato ammesso dalle autorità competenti ad un regime di deroga, in ordine alla disciplina richiamata dal citato decreto n° 124. Scaduto il regime di deroga, con l’entrata in vigore della riforma del sistema della previdenza complementare (decreto legislativo 5 dicembre 2005, n° 252), il Fondo ha dato inizio ad un percorso di generale e progressivo allineamento alla normativa di settore, proponendo alla Covip (l’autorità indipendente sui fondi pensione) l’istanza per il riconoscimento della personalità giuridica. La Covip, in accoglimento della suddetta istanza, ha conferito al Fondo, con provvedimento del 22 ottobre 2009, la forma di “soggetto con personalità giuridica”, disponendo altresì la variazione degli elementi identificativi del Fondo stesso presso l’Albo dei fondi pensione preesistenti - Iª .Sezione Speciale, numero di iscrizione 1041.


Il Fondo ha propri organi deliberanti e una gestione contabile e patrimoniale autonoma. E’ retto da un consiglio di amministrazione composto da un eguale numero di rappresentanti dei datori di lavoro e dei lavoratori, designati dalle rispettive organizzazioni sindacali. Le funzioni di controllo della gestione contabile sono esercitate da un collegio dei revisori.

Il sistema tecnico-assicurativo della gestione previdenziale, a decorrere dal 1° gennaio 1995, è stato trasformato da ripartizione a capitalizzazione.





image image image image image